emillo.net: la prima risorsa in italiano per linux e audio

Software libero
Linux audio e MIDI
   Applicazioni
Hardware
Links
Download
ChangeLog
Site Map
Contatti
e-zine


Il mondo dell'audio e del MIDI in GNU/Linux

Contrariamente a quanto si dice in giro, esiste una quantità notevole di programmi per GNU/Linux che hanno a che fare con la produzione musicale e la manipolazione di dati audio.In questa sezione vedremo come sia possibile un uso molto produttivo di GNU/Linux per applicazioni audio e musicali.

A questo proposito ho fatto un intervento al LinuxDay 2002 presso il Ferrara LUG, del quale seguendo questo link potrai ascoltare la registrazione audio e vedere le slides.

Tradizionalmente, le piattaforme privilegiate in questi campi erano (e sono ancora) le macchine apple (quindi Mac OS) e solo recentemente le macchine wintel (Windows). Esistono vari software professionali per queste piattaforme, dal costo di svariate centinaia di euro (come Logic, Cubase, Cakewalk, etc...). Spesso in una situazione di Home studio si utilizzano software di questo tipo abbinati ad hardware anch'essi semi-professionali (schede audio multi I/O) o professionali. Meno frequentemente capita che chi utilizza questi programmi ne abbia regolarmente acquistato la licenza d'uso, quindi un eventuale paragone con GNU/Linux è bene che tenga conto anche di questa circostanza.

La piattaforma GNU/Linux invece, essendo libera, non è legata ad un particolare hardware (non solo i386 ma anche PPC, Alpha, etc...) e nella maggioranza dei casi prevede un accordo di licenza per l'uso del software che mira a favorirne la copia e la diffusione piuttosto che ad impedirla.
Questo la rende una piattaforma molto appetibile per qualsiasi tipo di applicazione, e di conseguenza anche per le applicazioni audio/MIDI. Un ulteriore punto a favore di GNU/Linux è dato dall'estrema affidabilità del sistema (affidabilità comprovata a livello mondiale da numerose aziende del settore IT) che deriva dalla alta qualità del codice che lo compone.

La via più semplice per il successo

Se non hai ancora installato GNU/Linux sul tuo computer, ti consiglio di farlo al più presto (ovviamente), e se puoi scegliere ti consiglio, se vuoi lavorare con l'audio e il MIDI in GNU/Linux, di usare una RedHat 9.0 o fedora core1, che puoi scaricare ad esempio da linuxiso. Questo perchè esiste una università statunitense (quella di stanford) che fornisce tutta una serie di applicazioni già compilate e pronte ad essere installate su quella distribuzione.

Si tratta del progetto Planet CCRMA at home, progetto del "Stanford University Center for Computer Research in Music and Acoustics" che mira a creare un ambiente distribuito che metta a disposizione degli utenti tutto ciò che serve per creare in modo semplice una workstation audio/musicale con GNU/Linux.

Ecco, in sintesi, cosa ci viene offerto da PLanet CCRMA at home:

  • Un kernel recente con patch preemptive e low-latency (che altrimenti sarebbe da scaricare, patchare, configurare e compilare, con tutti il tempo ed i problemi che questo comporta)
  • Driver ALSA recenti (spesso versioni CVS)
  • Una ottima raccolta di programmi audio e MIDI costantemente aggiornati.
  • Una buona raccolta di programmi per la riproduzione e la modifica di video DV, mpeg, etc...

Agnula: un'altra via per l'illuminazione....

Altro progetto estremamente interessante mirato a creare una distribuzione completa e libera per usi audio/musicali (questa volta basata su Debian ) è AGNULA - A GNU Linux Audio Distribution.

Questo progetto è stato il primo progetto open source finanziato dalla comunità europea, e dopo due anni di sviluppo, ha già prodotto tre ottimi risultati:

  • DeMuDi, la distribuzione vera e propria;
  • DeMuDi 1.1.1 live cd un cd "live", ossia capace di far girare tutto il sistema operativo e le applicazioni senza dover installare nulla sull'hard disk - un eccellente strumento dimostrativo delle capacità di questa distribuzione, e un tool eccezionale da portarsi sempre in tasca ;)
  • Agnula libre music, Un database di musica liberamente scaricabile e coperta da licenze open;

La distribuzione offre a livello di kernel gli stessi vantaggi di PLanetCCRMA, ALSA e jack propriamente configurati ed installati, ed un gran numero di applicazioni, oltre alle migliaia già normalmente disponibili per debian.

il mitico Dave Phillips si è occupato di scrivere moltissima chiara documentazione, consistente in tutorial (in inglese, per ora) che guidano l'utente in questo affascinante mondo .

Nonostante Agnula sia partita dopo PlanetCCRMA, ha raggiunto un buonissimo livello, e mi sento decisamente di consigliarla (il live cd poi è fantastico!). D'altronde, lo scopo finale di Agnula è a medio/lungo termine:

Total world domination!


Google
 
Web www.emillo.net

Copyright © 2014 Emiliano Grilli - All rights reserved.